Le terre della bufala

Un tour in bicicletta nella incantevole bellezza della Piana del Sele, tra paesaggi mozzafiato e tenute secolari, lungo il Fiume Sele ed il suo affluente Calore per rivivere il mito del grand tour dei viaggiatori del settecento-ottocento da Winckelmann, Swinburne, Canova, Bartels, Goethe, Lady Blessington al Lenormant, che attraversando Eboli e la piana del Sele, nè furono affascinati dalla bellezza dei paesaggi e dalla maestosa presenza della bufala.

L’itinerario di 50 km con partenza ed arrivo da Eboli in Piazza della Repubblica
a seguire:
Via Matteotti –> Piazza Madonna delle Grazie –> Via Nazionale –> Piazza Mustacchio –> Via A.Morrone –>Via S.Giovanni –> SP 30 B ( S.Vito a Sele) –> Rotatoria Fiocche –> SP 317 Ponte sul Fiume sele –> Comprensorio Militare Persano –> Visita alla Casina Reale –> Viale Gioacchino Murat –> Uscita area Militare Persano –> ritorno su SP 317 –> Ponte sul Fiume Calore –> Via Cavour –> Via Madonna della Neve –> Falagata-Feo –> SP 317 –> SP 314 –> Via Giovanni XXIII –> Via Tempone Gianpietro –> Visita Azienda Bufalina S.Antonio di Giugliano Antonio) –> SP 334 –> Corso Europa SP 11 A –> SP 11B –> Via Bosco Camerine –> Via Bosco I° –> Via SP 88 –> Via Genzano –> SP 314 –> Via Sergio Papino –> Via Molinara –> SP 174 –> Ponte sul Fiume Calore –> Via Mafalda –> Via Tiri di Fanteria –> Via Biancanese –> Borgo S.Lazzaro –> SS 19 Ponte Sele –> SS19 Via Piante del Cesareo –> SS 19 Via Epitaffio –> SS 19 Piazza Mustacchio –> Viale Amendola –> Piazza della Repubblica.

Quest’anno grandi novita tra cui :
Visita alla Casina Reale di caccia dei Borboni nel comprensorio militare di persano.
Carlo III di Borbone, individua il favoloso bosco quasi impenetrabile tra la confluenza del fiume Sele (antico silaro dei greci , fatale ai partigiani di Spartaco) ed il Fiume Calore, ed acquista ponendo i vincoli per la costruzione di una villa favolosa che doveva divenire il ritrovo principale di caccia. Nel 1572 da l’incarico all ‘ingegnere milanese Gian domenico Piana per la costruzione della “ casina reale di Caccia” . Luigi Vanvitelli nel settecento interviene con le capaci maestranze della Reggia di Caserta, per completare e correggere alcune lacune iniziali.
Oltre ad essere riserve di caccia dei borboni, nelle stalle venne selezionato un destriere tra i più nobili cavalli italiani il “ Corsiero Napoletano” . gli ultimi esemplari venduti alla Piazza di eboli hanno mantenuto la purezza ed oggi li ritroviamo in Maremma nei pressi di Grosseto.
Nel settecento ed ottocento fu un luogo frequentatissimo dall’elite culturale Italiana ed Europea, la vicinanza a Paestum fece il resto.

Sele
Passaggio sul fiume Sele dal Ponte sulla SP 317 e dal ponte sulla SS 19 Ponte Sele.
Fiume dell’Italia meridionale (64 km; bacino di 3223 km2), in Campania, uno dei più importanti del versante tirrenico per ampiezza di bacino e per numero di affluenti. Ha origine in prossimità del Monte Cervialto, a 420 m s.l.m., presso Caposele. Dopo Contursi Terme si unisce a sinistra con il fiume Tanagro; volge quindi a SO, nella grande piana alluvionale di Paestum, dove riceve a sinistra il Calore. In prossimità di Caposele ricche sorgenti vengono captate per alimentare l’acquedotto pugliese, mentre a valle le acque, trattenute da uno sbarramento, servono per irrigare la fertile Piana del S., specie a destra del fiume. Sfocia nel Golfo di Salerno.

Alla foce del S. è stato messo in luce un santuario greco fiorito tra la fine del 7° e il 4° sec. a.C. e abbandonato definitivamente in età tardoantica (dopo il sec. 4° d.C.). Sono stati rinvenuti i resti di un edificio maggiore, identificabile con un tempio di Hera argiva, cella e adito di un Thesauròs dorico, dal quale provengono metope scolpite, due grandi altari, due stoaì e un edificio a pianta quadrata di funzione ignota.

Calore
Passaggio sul fiume calore dal Ponte sulla SP 88
Sgorga dalle pendici settentrionali del Monte Cervati, da alcune grosse polle ai piedi di un’alta parete rocciosa, all’interno di un’estesa faggeta, in una località chiamata Festole, non lontana dall’area forestale di Pruno.
Il suo corso si svolge interamente nella provincia di Salerno, all’interno del Cilento, per una lunghezza di 63 chilometri, facendosi strada in un bacino caratterizzato, soprattutto nella parte alta, da località impervie e di difficile accesso.
Per lunghi tratti infatti, il suo alveo si infossa tra strette e alte pareti rocciose, dando vita ad escavazioni fluviali nelle rocce che prendono il nome di Gole del Calore (Lucano), come accade presso il centro abitato di Laurino e nella gola del Monte Pescorubino, tra le località di Magliano Vetere e Felitto.
Il Calore riveste una notevole importanza, oltre che dal punto di vista paesaggistico e idrografico, anche da quello naturalistico. Infatti, nel comprensorio del Sele e dei suoi affluenti (tra cui il Tanagro e il torrente Fasanella), come in altri fiumi del Cilento, è attestata la stabile presenza di esemplari della rara Lontra europea.
È considerato uno dei fiumi più puliti d’Europa e fa parte dell’elenco dei siti d’importanza comunitaria per la regione biogeografica mediterranea, ai sensi della direttiva 92/43/CEE[1]
Borgo S. Lazzaro , Costruito negli anni 60 con fondi dei della riforma agraria, modello dell’urbanistica dello sviluppo agricolo in Italia.

Oasi Bosco Camerine ( Albanella)
L’Oasi WWF Bosco Camerine è prossima al Parco Nazionale del Cilento-Vallo di Diano, vasta circa 100 ha è posta ai piedi degli Alburni. L’Oasi custodisce habitat a xerogramineti, praterie, macchia mediterranea con radure e pratelli. In alto prevale la boscaglia a latifoglie. La fauna è quella tipica della macchia mediterranea con tasso, la volpe, donnola e faina. Nelle pozze d’acqua vivono il tritone meridionale e la biscia dal collare. Tra gli uccelli la poiana e il gruccione

Visite Aziendali
Visita con rinfresco Azienda Bufalina S. Antonio di Giugliano Antonio
(Comune di Albanella) Importante azienda e modello nell’allevamento bufalino
Sosta Ristoro
Piazza della Repubblica Eboli
Prevista la Partecipazione di n° 300 ciclisti da tutta la regione campania.

Hanno contribuito
APA Antica Pasticceria Artigianale Eboli, Caffe Gioa Eboli, Frutta Vito Vivone Eboli, Panificio Fratelli Maiorano Campagna, Bellerbe Rosa D’Alessandro Eboli, Azienda Agricola S. Antonio di Antonio Giugliano Albanella, Supermercati Decò Eboli, Filab Bellizzi
Assistenza Tecnica: Croce Gialla. Gruppo Scooteristi Padre Pio, Protezione Civile Eboli, Altavilla, Albanella.

0 Comments

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Seguici

Condividi